Archivio per settembre 2011

Tre enigmi come “aperitivo”

28 settembre 2011

Pronti per la conferenza di domani?

Ecco tre giochetti per incuriosirvi e farvi scervellare un po’ nel frattempo. Due provengono dagli “Enigmi e giochi matematici” di Martin Gardner, che saranno la fonte e l’oggetto principale dell’incontro di domani. L’altro è una delle mille varianti possibili degli “indovinelli dei prigionieri col cappello” che circolano parecchio (e da parecchio) in rete e non solo.

Le risposte, ovviamente, le avrete domani: ore 21:00, alla Torre del Sole.

Il monaco buddista
“Una mattina, esattamente all’alba, un monaco buddista cominciò a salire su una montagna. Lo stretto sentiero, non più largo di uno o due piedi, saliva a spirale attorno alla montagna sino ad uno splendido tempio sulla cima.
Il monaco salì a differenti velocità, fermandosi molte volte per riposare e mangiare frutta secca che portava con sé. Quando giunse al tempio mancava poco al tramonto. Dopo diversi giorni di digiuno e di meditazione cominciò il viaggio di ritorno lungo la stessa strada, partendo all’alba e camminando di nuovo a diverse velocità con molte fermate lungo il percorso. La sua velocità media in discesa era, naturalmente, maggiore di quella media tenuta in salita.
Dimostrare che lungo il percorso vi è un punto raggiunto dal monaco in entrambi i viaggi esattamente alla stessa ora.”

M. Gardner, “Enigmi e giochi matematici”, vol. 3, Sansoni, 1973

Il calendario a due cubi
“Al Grand Central Terminal di New York ho visto nella vetrina di un negozio un curioso calendario da tavolo [vedi figura a lato]. Il giorno era indicato semplicemente disponendo i due cubi in modo che le due facce di fronte all’osservatore dessero la data. Ogni faccia riportava una singola cifra, da 0 a 9, e i cubi potevano essere disposti in modo da formare qualsiasi data da 01, 02, 03… fino a 31.
Il lettore non dovrebbe avere grandi difficoltà a determinare le quattro cifre che non si vedono nel cubo di sinistra e le tre del cubo di destra, anche se la cosa è un po’ più spigolosa di quel che può sembrare.”

M. Gardner, “Mathematical Circus”, The Mathematical Association of America, 1969

I dieci prigionieri
Dieci prigionieri sono disposti in fila, legati, in modo che ognuno possa vedere solo i prigionieri che gli stanno davanti. Ognuno di loro indossa un cappello, bianco o nero, ma nessuno conosce il colore del cappello che ha in testa. Ovviamente, però, può vedere quelli degli altri. Il carceriere dice loro che ciascuno sarà liberato se saprà indovinare il colore del proprio cappello; se sbaglierà, però, verrà ucciso.
I prigionieri non possono comunicare fra loro: le uniche parole che possono pronunciare sono “bianco” o “nero”, quando arrica il loro turno di rispondere al carceriere. Conoscendo il loro destino, però, si sono accordati prima di essere legati, trovando una strategia che consentirà a nove di loro di essere certamente liberati, e al rimanente di essere liberato con una probabilità del 50%.
Sapreste scoprirla?

APPUNTAMENTO CON LA SCIENZA:

23 settembre 2011

ENIGMI E GIOCHI MATEMATICI, logica e fantasia sulle tracce di Martin Gadner

Presso il Parco Astronomico La Torre del Sole, giovedì 29 Settembre ore 21.00.

“La matematica è un gioco”. Si dice spesso, ma non è mai chiaro quanti ci credano davvero (a parte forse qualche matematico). Chi però non ha mai speso un po’ di tempo, e con un certo divertimento, cercando di risolvere un sudoku o qualche altro indovinello logico-aritmetico?
Spesso c’è più profondità matematica nascosta in un gioco o un indovinello ben congegnato che in decine di “problemi” impartiti a scuola per esercizio. L’aveva capito bene Martin Gardner, per venticinque anni autore della rubrica “Enigmi e giochi matematici” per Scientific American e ancora oggi apprezzatissimo da tutti gli appassionati di “matematica ricreativa”.
A poco più di un anno dalla sua morte, ripercorriamo i suoi rompicapi e altri ancora, scoprendo come tante idee fondamentali della matematica siano nate per gioco e in fin dei conti ci siano ancora legate a doppio filo.

Relatore: Dott. Marco Sgrignoli

Ore 21.00  –  Ingresso  3.00 €

Potete anche prenotarvi chiamando lo 035 621515 – info@latorredelsole.itwww.latorredelsole.it

Martedì 20 settembre ore 21.00 Presentazione del viaggio astronomico “Eclisse di Luna alle Seychelles”

14 settembre 2011

Ingresso libero e gratuito.

Luogo: Parco Astronomico La Torre del Sole –  Via Locatelli, 4 –  Brembate di Sopra –   Bergamo.

Rappresentanti del Civico Planetario “F. Martino” di Modena e dell’Agenzia di viaggio “Stella Errante” di Roma, in collaborazione con lo staff del Parco Astronomico La Torre del Sole, presenteranno il viaggio programmato dal 6 al 12 dicembre pv alle Seychelles per osservare l’eclisse totale di Luna che si verificherà sabato 10 dicembre 2011. Durante la serata verranno illustrati per esteso i dettagli del viaggio simulando all’interno della cupola del Planetario il cielo stellato visibile alla latitudine della Seychelles in concomitanza dell’evento astronomico.

Programma dettagliato del viaggio sul sito www.latorredelsole.it oppure http://www.planetariodimodena.it/eclisse_totale_di_luna_seychelles.htm

Per informazioni chiamare lo 035 621515.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: