Archivio per gennaio 2012

OROBIE DI FEBBRAIO

31 gennaio 2012

E’ in edicola il nuovo numero di Orobie in cui troverete 10 pagine dedicate alla Torre del Sole di Brembate di Sopra. Grazie Orobie e grazie Paolo Aresi.

Ecco il link al sito web della rivista: http://www.orobie.it/orobie/home/

CONGIUNZIONE

26 gennaio 2012

In queste sere si sta verificando una bella congiunzione tra Luna e Venere.

COME INIZIARE AD USARE UN TELESCOPIO, OVVERO ARMARSI DI MOLTA PAZIENZA!

22 gennaio 2012
Per consigli venite a trovarci presso il nostro Astro shop presso La Torre del Sole di Brembate di Sopra via Caduti sul Lavoro, 2-BG.
Oppure telefonateci allo 035 621515.
NUOVI OCCHI PER NUOVI CIELI

Sia chiaro fin da subito: divenire un astrofilo necessita di dedizione e tanta, tanta pazienza. Pazienza per trovare la notte giusta per osservare il cielo, pazienza per capire le dinamiche celesti ed orientarsi tra i diversi oggetti dello spazio, pazienza nel saper capire ed usare il proprio strumento astronomico.

Dobson

Ma superato questo piccolo scoglio di pazienza… può davvero diventare molto appagante!

  1.  Se  desiderate lasciarvi affascinare dalla luce delle stelle, aspettate a comprare un telescopio…La prima cosa è cominciare a familiarizzare con le dinamiche celesti, in particolare ciò che concerne i movimenti apparenti degli astri. Per far questo dovete iniziare a guardare il cielo ad occhio nudo, trovando dei punti di riferimento che di sera in sera possiate riconoscere nel cielo. Compratevi un semplice manuale che vi dia delle informazioni base, ce ne sono tanti e molto potete trovare anche su internet. Potrebbe rivelarsi utile frequentare gruppi di astrofili o andare a seguire qualche lezione in un planetario.
  2. Quando vi sentite un po’ più preparati sul punto 1, allora potete iniziare a pensare ad un telescopio… Non comprate un telescopio qualsiasi! Datevi il tempo di scegliere in base alle vostre esigenze. Andate a vedere in più negozi e scegliete di comprare dove vi daranno maggiore assistenza. Non basta comprare un telescopio per saper usare un telescopio, bisogna che chi ce lo vende ci aiuti nei primi passi, cioè che sia disposto a vederci almeno un altra volta dopo l’acquisto per darci dei consigli.
  3. La scelta del telescopio è importante, se ne comprate uno che non soddisfa le vostre esigenze rischiate di rimanere delusi e di perdere velocemente la passione verso il cielo. Questo significa che i fattori che devono influenzare la vostra scelta sono: chi userà il telescopio, voi o vostro figlio; cosa vi piacerebbe vedere; in che zona userete il vostro telescopio; quanto inquinamento luminoso c’è e solo infine il prezzo, anche se certamente è un fattore decisivo. Un discreto telescopio, per cominciare, dovrebbe costare dalle 150 € alle 400 €, ma con 200 € si prende già qualcosa di buono. Il costo del telescopio dipende da tanti fattori: il tipo di ottica, a lenti o a specchi; il materiale utilizzato, metallo o plastica; motorizzazione e/o computerizzazione. Costano di più quelli che possono essere mossi con una pulsantiera e che possono inseguire l’oggetto celeste che stiamo guardano e ancora un po’ di più quei telescopi che hanno anche un computer che può eseguire il puntamento automatico, è molto utile per chi comincia e, a parte la Luna e i Pianeti, non sa dove si trovano gli altri oggetti celesti che si possono osservare nel cielo. Esistono ovviamente telescopi che costano meno di 150 € e che vanno bene per guardare la Luna e Giove e da cui ovviamente non dobbiamo aspettarci troppo.

    Rifrattore

  4. Se siete riusciti a superare i punti 1-2-3 allora siete a casa con il vostro telescopio! Non abbiate paura di lui! Sembra che sia lui a comandare, ma non è vero… 🙂 Dovrete perdere del tempo per montarlo, seguite le istruzioni e pretendete di averle nella vostra lingua madre. Vi consiglio di cominciare una sera in cui ci sia la Luna, che è la cosa più semplice da puntare ed insistete finchè non vi sentite sicuri nell’osservazione di questo oggetto.
  5. Una delle prime difficoltà che potreste incontrare è che  non saprete cosa guardare e come aspettarvelo. Questo è il momento di ritornare al negozio dove avete aquistato lo strumento. I negozi seri sono in grado anche di offrirvi assistenza, in genere gratuita, all’uso del telescopio. Vi daranno un po’ di dritte e saranno disposti a passare un po’ di tempo con voi per aiutarvi nei primi passi. Vi consiglio di frequentare un osservatorio astronomico e di fare tante domande! Se vi capita di poter frequentare un corso sull’uso degli strumenti astronomici, approfittatene, sarà davvero utile.
  6. Congratulazioni! A questo punto siete dei Neoastrofili! Ma passerà quasi un anno prima che voi riusciate a capire qualcosa del cielo, dipende dall’impegno, dallo studio e dal tempo che dedicherete alla vostra nuova passione… Ci vuole molta PAZIENZA! Ma i vostri sforzi verranno sicuramente premiati! Il cielo non smetterà mai di saziare la vostra curiosità.

Buone stelle!

Per qualsiasi necessità o consiglio sull’acquisto o sull’uso di strumenti ottici (binocoli, telescopi e accessori) contattateci pure allo 035 621515 o scriveteci a info@latorredelsole.it .

Potrebbe interessarti anche questo articolo:

Potete consultare anche la nostra pagina dedicata all’astroshop del Parco Astronomico La Torre del Sole – Brembate di sopra, BG  https://torredelsole.wordpress.com/astroshop/

Periodicamente viene proposto questo laboratorio per neofiti.

Laboratorio: AMICO TELESCOPIO 

Prossimo appuntamento:data da destinarsi.

Mini corso per conoscere ed imparare ad utilizzare un piccolo telescopio.
(Planetario e dimostrazioni pratiche).
Ingresso: Intero € 6,00 Ridotto € 4,00. Riduzioni: da 4 a 10 anni e over 65 anni.
Info e prenotazioni: 035 621515 – info@latorredelsole.it
Tenete consultato il nostro sito http://www.latorredelsole.it

Se volete contattateci qua sotto:

Moto retrogrado di Marte

19 gennaio 2012

I più attenti di voi, si saranno accorti che in questo periodo Marte sta presentando uno strano comportamento.  Verso la metà di dicembre questo pianeta si trovava davanti alla costellazione del Leone, ma col passare delle notti, invece che addentrarsi in questa costellazione, è tornato indietro nella costellazione della Vergine dove vi rimarrà fino ai primi giorni di  febbraio per poi ritornare nella costellazione del Leone.

Questo tipo di movimento si chiama MOTO RETROGRADO, è un “comportamento planetario” che anche gli antichi avevano notato e che complicò molto la comprensione dei moti dei pianeti, soprattutto in un epoca in cui si professava con convinzione il sistema geocentrico.

Qua sotto sono riportate le mappe celesti dal 19 dicembre al 7 marzo 2012 che ci mostrano come Marte dalla costellazione del Leone passi in quella della Vergine per poi ritornare nel Leone. 

 

Il moto di Marte è uno dei più affascinanti. In primo luogo la sua “velocità” permette di vederlo muoversi tra le stelle fisse in pochi giorni e ciò è dovuto alla sua vicinanza alla Terra (può distare meno di 60 milioni di chilometri) ed al suo periodo di rivoluzione di 686,98 giorni (quasi in doppio di quello della Terra).
Osservando Marte quando più si avvicina al nostro pianeta potremmo anche vedere il suo moto retrogrado particolarmente accentuato (rispetto a quello degli altri pianeti esterni).
 
Il moto retrogrado di un pianeta è un semplice gioco di prospettive. Durante la sua rivoluzione Marte può trovarsi prima della Terra ma questa, essendo più veloce, lo supererà. Durante questa fase Marte, visto dalla Terra sembra rallentare il suo moto lungo l’eclittica, tornare indietro e quindi riprendere il suo moto “normale” attraverso gli astri (ovviamente il discorso è valido anche per gli altri pianeti).
 
Il secondo aspetto importante del moto di Marte è il suo lungo periodo sinodico (cioè il suo intervallo tra un’opposizione e la successiva) che può in media è di 780 giorni (può variare da 764 a 810 giorni), il più lungo in assoluto.
 
Un pianeta esterno, si dice in opposizione quando si trova opposto al Sole rispetto alla Terra e cioè quando, nell’ordine, Sole, Terra e Pianeta (nel nostro caso Marte) si trovano allineati.
 
 
Si parla di grande opposizione quando Marte è al perielio come avvenne il 28 Agosto 2003 e come si verificherà nuovamente 15 anni dopo il 27 Luglio 2018.
Anche quest’anno Marte sarà in opposizione, ma con una luminosità nettamente inferiore rispetto al 2003 in cui aveva una magnitudine  di  -3,0.
In ogni caso da adesso per tutto il periodo primaverile potremo osservare il pianeta rosso che in quelle notti sarà in compagnia dell’ancora più affascinante Saturno.
 
 
 
 

APPUNTAMENTO CON LA SCIENZA DI 26 Gennaio 2012

14 gennaio 2012

“Convinti e ingannati – Fraudologia: teoria e tecniche della truffa”

Nel 1983 David Copperfield raduna una nutrita platea davanti alla Statua della libertà: in pochi secondi, 93 metri di ferro e roccia scompaiono miracolosamente dalla loro vista; sono milioni gli Americani collegati in diretta TV convinti che la statua non sia più al proprio posto.

Convinti perché ingannati da un maestro dell’illusionismo.

Ma qual è la differenza tra David Copperfield e un ancora minorenne Frank Abagnale (interpretato da Leonardo di Caprio in “Prova a prendermi”) che per anni è riuscito a farsi credere insegnante, medico, pilota d’aereo e avvocato? Nessuna: entrambi sono ricorsi a sofisticate tecniche psicologiche per ingannare il proprio pubblico e le proprie vittime. Gli stessi inganni nei quali possiamo cadere tutti noi, piacevoli bersagli di un bravo illusionista, ma anche potenziali obiettivi dei numerosi truffatori senza scrupoli di cui raccontano le cronache quotidiane.

In Convinti e ingannati Ruben Caris esplora la psicologia dell’inganno conducendo lo spettatore lungo un continuo susseguirsi di truffe e illusioni al fine di far comprendere, attraverso l’esperienza diretta, la natura dell’atto fraudolento e le tecniche di prevenzione.

Aneddoti personali, filmati e un approccio scientifico ma al tempo stesso divertente e appassionante rendono la conferenza coinvolgente e aperta a tutti.

“Che differenza c’è tra un convinto e un ingannato? Nessuna, se è stato ingannato bene”. Nietzsche

Ruben Caris  – Ha svolto per anni attività di penetration testing introducendosi in industrie, banche e aeroporti attraverso l’uso di tecniche illusionistiche. Esperto di psicologia dell’inganno e prestigiatore, oggi svolge attività di antifrode e training presso un noto gruppo bancario. Ha pubblicato con Matteo Rampin il saggio “Fraudologia: teoria e tecniche della truffa” (Ed. Scuola di Palo Alto. 2010, 436 p.), giunto alla terza edizione.

Per informazioni telefonare allo 035 621515 o scrivere a info@latorredelsole.it 

i

CORSO DI INTRODUZIONE ALLA FOTOGRAFIA ASTRONOMICA

4 gennaio 2012

(edizione Febbraio – Marzo  2012)

Il corso d’introduzione alla fotografia astronomica  ha lo scopo di avvicinare tutti coloro che,  incuriositi dai fenomeni celesti astronomici e non, abbiano il desiderio di immortalare in uno scatto fotografico brevi e sfuggenti luci celesti o lontani e poco luminosi tesori nascosti tra le stelle . Il corso è adatto a chi  possiede una macchina digitale compatta o una semplice webcam, ma anche ai meno neofiti che con reflex digitali e ccd vogliono cimentarsi con la fotografia astronomica al telescopio e con la successiva elaborazione delle immagini acquisite. Il corso può essere una buona evoluzione  per chi ha già seguito corsi di astronomia pratica; ideale non solo per chi possiede un telescopio, ma anche per chi utilizza un semplice cavalletto dove appoggiare la propria macchina fotografica. Imparare a catturare l’immagine di un pianeta, una falce lunare, una congiunzione astronomica al tramonto, la rotazione della volta celeste oppure la tenue luce di una galassia, di un ammasso di stelle e di una nebulosa è possibile seguendo le cinque lezioni di questo corso, che si terranno sempre di venerdì dalle ore 21.00 presso il Parco Astronomico La Torre del Sole.

 Relatori:  Davide  Dal Prato; Valerio Zuffi; Enrico Punzo.

 Programma:

Lezione 1 – Venerdì 3 Febbraio 2012:  Introduzione alla fotografia astronomica: storia, scopi, applicazioni, luoghi idonei e risultati ottenibili.

Lezione 2 – Venerdì 10 Febbraio 2012: Strumenti e attrezzature per la fotografia astronomica:  principi di funzionamento ed elementi di fisica ottica.

Lezione 3 – Venerdì 17 Febbraio 2012: Riprese con obiettivi fotografici e teleobiettivi su cavalletto e in parallelo su telescopio – Riprese TimeLapse.

Lezione 4 – Venerdì 24 Febbraio 2012: Riprese al telescopio con webcam ed elaborazione dei filmati acquisiti.

Lezione 5 – Venerdì 2 Marzo 2012 : Riprese al telescopio con Reflex digitale e CCD ed elaborazione delle immagini con dimostrazioni pratiche: domande e approfondimenti.

Costo: 60 € comprensivo di materiale didattico su supporto CD; sarà possibile comprare il libro “Guida pratica all’astrofotografia digitale” di  Lorenzo Comolli e Daniele Cipollina –  Gruppo B Editore al costo agevolato di 19 € .

Luogo: Parco Astronomico La Torre del Sole –  Via Locatelli (Ang. Via Caduti sul lavoro) –  Brembate di Sopra – BG.

Per le iscrizioni telefonare allo 035 621515 oppure scrivere info@latorredelsole.it

La quota d’iscrizione deve essere saldata entro la settimana precedente l’inizio del corso.

Visita anche:

http://www.ecodibergamo.it/stories/Tempo%20Libero/262214_torre_del_sole_corso_fotografia/


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: