Archive for the ‘corsi’ category

IL TEMPO E LA MATERIA – Dal Big Bang all’Antropocene

13 ottobre 2016

L’Associazione IL GECO e LA TORRE DEL SOLE sono lieti di presentare un ciclo di conferenze che percorreranno l’evoluzione del rapporto tra tempo e materia. Dalla rapidissima evoluzione che ha fatto seguito al Big Bang, si passerà a trattare la lenta evoluzione della materia nel cosmo, dalla formazione delle stelle a quella dei pianeti. Successivamente si focalizzerà l’attenzione sul Pianeta Terra e la sua evoluzione geologica, che ha portato negli ultimi secoli a una salto concettuale ardito quanto la rivoluzione copernicana, laddove si è dovuta abbandonare una visione della storia del Pianeta imperniata sulla scala dei tempi umani. Si passerà poi a investigare il ruolo fondamentale del tempo nella nascita ed evoluzione della vita sulla Terra e si concluderà infine con una panoramica della storia geologica d’Italia che ne metterà in rilievo alcune peculiarità che la rendono quel Paese vario e affascinante che ci circonda.

Le conferenze si terranno presso LA TORRE DEL SOLE di Brembate di Sopra (BG) alle ore 21.00 con il seguente calendario:

19 ottobre 2016 IL TEMPO DELL’UNIVERSO – Prof. Andrea Grieco

2 novembre 2016 IL TEMPO DELLE STELLE E DEI PIANETI – Prof. Andrea Grieco

16 novembre 2016 IL TEMPO DELLA TERRA – Prof. Giovanni Grieco

30 novembre 2016 IL TEMPO DELLA VITA – Dott.ssa Silvia Morlotti

14 dicembre 2016 IL TEMPO DELL’ITALIA – Dott. Davide Chies

Costo di partecipazione all’intero ciclo di conferenze € 45 – per la singola conferenza € 10

Info e prenotazioni: 035 621515 – info@latorredelsole.it

il-tempo-e-la-materia-rid

Temi trattati durante le conferenze:

IL TEMPO DELL’UNIVERSO All’inizio del XX secolo si crede che l’Universo sia eterno e infinito, uniformemente popolato di stelle. La pubblicazione della teoria della relatività generale, nel 1916, e la scoperta dell’espansione cosmologica delle galassie determina un cambiamento radicale di paradigma, paragonabile al passaggio dal modello geocentrico a quello eliocentrico. La materia e l’energia, lo spazio e il tempo hanno avuto un’origine in un evento di proporzioni inimmaginabili: il Big Bang. Nei primi istanti di “vita” dell’Universo le forze e le particelle fondamentali interagiscono in modo tale da produrre, dopo circa trecentomila anni, gli elementi fondamentali da cui si formeranno le prime stelle.

IL TEMPO DELLE STELLE E DEI PIANETI La nascita delle stelle è un passo fondamentale nell’evoluzione cosmologica. Dalle “ceneri” del Big Bang si accendono queste fornaci nucleari che portano alla sintesi degli elementi più pesanti dell’elio. Le attuali conoscenze teoriche e osservative consentono di tracciare un quadro sufficientemente dettagliato dell’evoluzione stellare. Una delle conseguenze della nucleosintesi di elementi pesanti è la formazione di sistemi planetari che ospitano pianeti rocciosi. Pianeti potenzialmente simili alla terra e che, negli ultimi anni, abbiamo scoperto sempre più numerosi in sistemi planetari di altre stelle. Un primo passo per la scoperta di altre Terre?

IL TEMPO DELLA TERRA Le scienze della Terra hanno sofferto nello sviluppo storico della scienza di un forte ritardo, legato, in buona misura, alla difficoltà di concepire II tempo geologico in termini di milioni e miliardi di anni. Il passaggio dal tempo ciclico, misurato fin dall’antichità tramite i moti celesti, al tempo lineare della storia geologica della Terra ha costituito un fondamentale progresso nella storia della civiltà. Nel contempo esso apre una nuova serie di problematiche: quanto è lungo questo tempo lineare? Come è possibile misurarlo? Con che grado di precisione? E come sono cambiati i processi e i fenomeni geologici che si sono succeduti sul nostro Pianeta?

IL TEMPO DELLA VITA Quali spunti di riflessione sul concetto di tempo e la sua misura possono darci le scienze biologiche? La temporalità entra a gamba tesa nella biologia a varie scale e in tanti modi. La biologia, come oggi la intendiamo, non può fare a meno della prospettiva storica. Dall’accettazione della teoria dell’evoluzione per selezione naturale di Darwin nella seconda metà del XIX secolo, tutto ciò che i biologi studiano e scoprono è assolutamente inscindibile dal contesto evolutivo, cioè da un contesto di trasformazione della materia e della sua organizzazione complessa, dove forma e funzione sono uniti dal concetto di processo. Frecce, cicli, scale, catene di eventi; le principali rappresentazioni umane del concetto di tempo riempiono articoli e libri riguardanti il mondo vivente e ogni volta la scelta non è priva di ragioni e conseguenze più o meno volute: prima o dopo? progresso o regressione? gradualità o discontinuità? Si tratta di domande chiave, se si vuoi cogliere il ritmo dell’evoluzione.

IL TEMPO DELL’ITALIA Breve viaggio nell’Italia geologica. Dal fascino delle Dolomiti alla massiccia mole dell’Etna, l’Italia si caratterizza per l’estrema diversità geologica, che ne ha fatto il campo di prova per scienziati di tutto il mondo. Il nostro Paese racchiude in poco spazio una varietà notevolissima di ambienti, testimoni della sua complessa storia geologica: un patrimonio assai prezioso, da rivalutare e conservare. In questo breve viaggio attraverso antichi vulcani, enormi oceani, catene montuose e grandi ghiacciai scopriremo come sia nata la bellezza naturale di ciò che vediamo oggi. Una storia turbolenta e più recente di quanto si possa credere, specialmente se paragonata a quella del Pianeta Terra.

Note biografiche

Andrea Grieco:
Laurea in Fisica con una tesi sulle stelle pulsanti, svolta presso l’Osservatorio Astronomico di Brera-Merate. Docente di matematica e fisica e vice-preside presso il Liceo scientifico e Linguistico “G. Bruno” di Melzo, dove è anche responsabile del laboratorio di fisica e delle attività di formazione. Ha collaborato con l’Università Statale di Milano in qualità di Tutor per i corsi SILSIS. Socio fondatore dell’Associazione Cernuschese Astrofili, di cui è stato Presidente, e dell’Osservatorio Astronomico “G. Barletta” a Cernusco sul Naviglio. Svolge da anni attività di divulgazione scientifica presso le scuole e la cittadinanza con conferenze, lezioni, mostre e eventi osservativi. Docente per l’Università del Sapere di Cassano d’Adda. Dal 1995 si occupa di consulenza per problematiche relative all’inquinamento elettromagnetico.

Giovanni Grieco:
Laurea e Dottorato di ricerca in Scienze Geologiche, è attualmente Professore Associato presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Milano, è titolare del corso di “Materie Prime e industria” per la laurea triennale in Scienze Geologiche, del corso di “Giacimenti Minerari” per la laurea magistrale in Scienze della Terra e “Georisorse e ambiente” per la laurea triennale in Scienze Naturali. Ha pubblicato decine di articoli scientifici su riviste internazionali. Si occupa inoltre di formazione degli insegnanti ed è un attivo divulgatore. E’ impegnato inoltre con l’associazione Il Geco in progetti educativi nell’ambito delle azioni Europee Erasmus+. E’ anche autore di un romanzo a sfondo geologico e di un testo scolastico per i licei scientifici.

Silvia Morlotti:
Laureata in Scienze Naturali all’Università degli studi di Milano si è specializzata nell’ambito della storia del pensiero evolutivo, dei suoi legami con le scienze geologiche e la climatologia. I suoi interessi di ricerca riguardano il contesto pre-darwinista italiano, e i legami tra la scienza biologica e lo sviluppo dell’identità culturale italiana del secondo Ottocento. Ha lavorato in ambito divulgativo al Museo di Storia Naturale di Milano, ha avuto nell’ultimo anno le prime esperienze di insegnamento e collabora con l’Associazione Il Geco.

Davide Chies:
Laureato con il massimo dei voti in Scienze della Terra presso l’Università degli Studi di Milano. Ha svolto attività di tesi magistrale sulle cromiti della Grecia settentrionale e ha partecipato al progetto geoturistico Erasmus+ Sole per l’Associazione Il Geco. Attivo camminatore delle Alpi, giocatore di pallacanestro e amante della scienza.

Associazione ILGECO Strada Provinciale 139 Km1 20083 Gaggiano (Mi) tel. 3487237630 ilgeco@ilgeco.eu http://www.ilgeco.eu
La Torre del Sole Via Caduti sul Lavoro 2 – 24030 Brembate di Sopra (Bg) tel. 035 621515 info@latorredelsole.it http://www.latorredelsole.it

TRA CIELO E TERRA – CAMPUS 2016 ragazzi 7 – 11 anni

24 maggio 2016
loc campus 2016 BIS

Campus dedicato al mondo dell’astronomia, delle scienze geologiche e naturalistiche.

Informazioni teoriche, giochi e laboratori ludico pratici per imparare la scienza nel modo più divertente. Osservazioni del sole al telescopio, viaggi virtuali alla scoperta delle stelle con il planetario; fossili, minerali, vulcani per parlare della lunga storia del nostro mondo. Le segrete proprietà dell’acqua, animali e piante del pianeta più affascinati.

PERIODO ATTIVITÀ’

Dal 11 al 15 luglio – DA 7 A 11 ANNI ore 9 – 12,30 scienze naturalistiche (visita alle Cornelle sabato 16 luglio). Ore 14,30 – 18 scienze astronomiche (serata finale venerdì 15 luglio )

Dal 18 al 22 luglio – DA 7 A 11 ANNI ore 9 – 12,30 scienze astronomiche (serata finale venerdì 22 luglio). Ore 14,30 – 18 scienze del pianeta Terra.

Dal 25 al 29 luglio – DA 7 A 13 ANNI ora 9 – 12,30 scienze del pianeta Terra – DA 7 A 11 ANNI Ore 14,30 – 18 scienze astronomiche (serata finale venerdì 29 luglio) – DA 7 A 13 ANNI.

Dal 1 al 5 agosto – DA 7 A 11 ANNI ore 9 – 12,30 scienze naturalistiche (visita alle Cornelle sabato 6 agosto). Ore 14,30 – 18 scienze astronomiche (serata finale venerdì 5 agosto).

COSTI: – FULL TIME (9,00-18,00) € 150,00 – PART TIME CON PRANZO (9,00-14,15) € 90,00 – PART TIME (9,00-12,30) O (14.30-18,00) € 65,00 Per informazioni: contattare la segreteria a info@latorredelsole.it o al numero 035/621515

Scarica la brochure dettagliata QUI

campus 2016 brochure pag 1

campus 2016 brochure pag 2

AMICO TELESCOPIO non deludermi…

3 dicembre 2015

Arrivano le feste e molti riceveranno in dono o regaleranno uno strumento per avvicinare gli occhi al cielo.

Non è sempre ben chiaro come è possibile usare questi strumenti, ma anche cosa osservare e come aspettarsi di vedere.

Quanto sarà grande la Luna? Riuscirò a vedere gli anelli di Saturno? Posso vedere un asteroide? Se guardo un aereo, posso salutare il pilota? Posso osservare un buco nero con il mio telescopio? Devo togliere quel tappo che c’è davanti alla lente? Ho letto che posso guardare anche il Sole, ma non mi brucio gli occhi? Perché vedo tutto sottosopra, si sarà rotto qualcosa?

Queste sono solo alcune delle interessanti domande che ci rivolgono le persone che per la prima volta si avvicinano all’osservazione del cielo con l’ausilio di un telescopio.

Purtroppo imparare ad osservare il cielo non è una cosa che si può fare in poche ore. L’astronomia è una passione che va coltivata lentamente, che si conquista giorno per giorno assieme al susseguirsi delle stagioni e del lento migrare delle costellazioni nella volta celeste.

I telescopi sono tubi con ottiche in grado di catturale la luce degli astri e concentrarla nei nostri occhi, ma sta a noi imparare cosa c’è nel cielo da osservare e questa è indubbiamente la parte più complicata, che di solito non è spiegata nel manuale dello strumento.

Possiamo dividere ciò che si vede nel cielo in due categorie: oggetti visibili anche ad occhio nudo (Luna, pianeti e stelle) e oggetti del profondo cielo che ad occhio nudo non si vedono (nebulose, ammassi di stelle e galassie).

La prima cosa da fare è scaricare un programma gratuito per la mappa del cielo, per esempio Stellarium (http://www.stellarium.org/it/) oppure un’applicazione per smartphone come per esempio Mappa Stellare. Il web offre moltissimo per approfondire le nozioni di astronomia e si trovano mappe dettagliate del cielo di ogni periodo.

Gli oggetti celesti più osservati sono quelli appartenenti al sistema Solare, anche se non tutti sono alla portata di strumenti solitamente in possesso a neofiti. La Luna, Giove, Saturno, Venere e Marte sono in ordine quello che si può tentare di osservare. Il Sole si può osservare, ma è MOLTO importante usare i giusti FILTRI, per questo fatevi consigliare da un rivenditore, NON fate di testa vostra.

Il secondo passo sarà quello di cimentarsi con l’osservazione degli oggetti celesti del catalogo Messier; nebulose, galassie e ammassi di stelle , che alla fine del 1700, vennero mappati da un astronomo francese. Per trovarli bisogna usare le mappe del cielo del periodo. Alcuni strumenti sono computerizzati, hanno quindi in memoria la posizione degli oggetti celesti del catalogo Messier e di altri cataloghi; una volta inizializzato lo strumento basterà cercare, negli elenchi visualizzabili tramite la pulsantiera, quello che ci interessa e avviare il puntamento automatico.

messier_poster

Potete farvi aiutare anche frequentando gruppi di astrofili ed andando a seguire qualche lezione al planetario.

Nel frattempo potete venire ad:

AMICO TELESCOPIO – Prossimo incontro a data da stabilire.

Mini corso per conoscere ed imparare ad utilizzare un piccolo telescopio.
(Planetario e dimostrazioni pratiche).
Ingresso: Intero € 6,00 Ridotto € 4,00
Riduzioni: da 4 a 10 anni e over 65 anni.
Vivamente consigliata la prenotazione (035 621515)

INCONTRI DI INTRODUZIONE ALLA TEORIA DELLA RELATIVITÀ GENERALE

6 novembre 2015

Incontri di introduzione alla Teoria della Relatività Generale (Novembre 2015)
Cent’anni fa, il 25 novembre 1915, Albert Einstein presentava per la prima volta all’Accademia prussiana delle Scienze la Teoria della Relatività Generale, che sarà poi pubblicata l’anno successivo. Era il coronamento di quasi dieci anni di durissimo lavoro che impegnò a fondo il grande scienziato.
Per celebrare questa ricorrenza, proponiamo una serie di incontri che hanno lo scopo di introdurre i partecipanti ai principi basilari della Teoria, alla sua matematica, e alle sue conseguenze sulla attuale visione del mondo.
Relatore: Dr. Andrea Castelli, Ph.D. – Università di Bologna
PROGRAMMA DEGLI INCONTRI
11 Novembre ore 21.00VERSO LA RELATIVITA’ GENERALE
– Presentazione del corso
– Definizione di sistema di riferimento inerziale e non inerziale
– La relatività prima di Einstein: da Galileo a Newton
– Accenni all’elettromagnetismo
– I concetti chiave della Relatività Ristretta
18 Novembre ore 21.00LA STRUTTURA DELLA RELATIVITA’ GENERALE
– La gravitazione prima di Einstein
– Il principio di equivalenza
– Il principio di relatività generale
– La geometria dello spazio-tempo: brevi e semplici accenni alle geometrie non euclidee e al calcolo
tensoriale
– Il principio di covarianza generale
25 Novembre ore 21.00 LE EQUAZIONI DI CAMPO DELLA RELATIVITA’ GENERALE
– L’universo in un’equazione: la struttura delle equazioni di campo
– Un po’ di storia: la disputa con Hilbert sulla priorità della scoperta delle equazioni del campo
gravitazionale
– Le conferme sperimentali della teoria
– Accenni alla cosmologia moderna

Biglietto d’ingresso: singola serata € 10,00 – cumulativo per i tre incontri € 25,00
Per iscrizione/prenotazione telefonare allo 035 621515 oppure scrivere info@latorredelsole.it

locandina relatività 2015RID

CORSO D’INTRODUZIONE ALL’ASTRONOMIA PRATICA Ottobre – Dicembre 2015

21 agosto 2015

Sei lezioni espressamente rivolte a chi desidera accostarsi per la prima volta allo studio e all’osservazione del cielo, sia ad occhio nudo che attraverso l’impiego di strumentazione ottica amatoriale.
Il corso è un’ottima opportunità per coloro che nutrono interesse e curiosità verso l’affascinante scenario del cielo notturno e aspirano ad imparare a riconoscere le costellazioni, a distinguere i pianeti dalle stelle, a orientarsi con facilità sulla volta celeste, apprendendo come puntare e osservare i corpi celesti con binocoli o telescopi.
Le lezioni teoriche si svolgeranno presso la sala conferenze e la sala Planetario del Parco Astronomico “La Torre del Sole”, dalle ore 21.00 alle ore 23.00 circa.
Il costo del corso è di 60 euro, comprensivi di materiale didattico su CD.

Programma:

Venerdì 30 Ottobre 2015 – Lezione 1
ELEMENTI DI GEOGRAFIA ASTRONOMICA, CAPIRE I MOTI CELESTI: visibilità della volta celeste, i moti della Terra, dei corpi celesti e i fenomeni che ne conseguono. Punti e piani fondamentali di riferimento, sistemi di coordinate celesti.

Venerdì 6 Novembre 2015 – Lezione 2
COSA OSSERVARE
: tipologia, morfologia e caratteristiche dei principali corpi celesti, tecnica e modalità della loro osservazione.

Venerdì 13 Novembre 2015 – Lezione 3
GLI STRUMENTI ASTRONOMICI (prima parte)
: i telescopi e le loro montature. Principi di funzionamento ottico e meccanico. Modalità d’impiego, prestazioni e accessori utili.

Venerdì 20 Novembre 2015 – Lezione 4
GLI STRUMENTI ASTRONOMICI (seconda parte)
: i telescopi e le loro montature. Principi di funzionamento ottico e meccanico. Modalità d’impiego, prestazioni e accessori utili.

Venerdì 27 Novembre 2015 – Lezione 5
PIANIFICAZIONE DELLA SERATA OSSERVATIVA
: software e altri strumenti utili per programmare in anticipo l’osservazione. INTRODUZIONE ALLA RIPRESA DI IMMAGINI ASTRONOMICHE: come iniziare a riprendere gli astri con fotocamere digitali, reflex e webcam.

Venerdì 4 Dicembre 2015 – Lezione 6
STAR PARTY
: serata di osservazione pratica, con strumenti propri e dell’osservatorio. In caso di maltempo si terrà una dimostrazione pratica di montaggio e utilizzo degli strumenti e si stabilirà una nuova data in base alle disponibilità del calendario del centro.

Per prenotazioni: tel. 035/621515 oppure info@latorredelsole.it. La quota d’iscrizione deve essere saldata entro la settimana precedente l’inizio del corso.

corso pratico ot dic 2015

WORKSHOP ELABORAZIONE ASTROFOTOGRAFICA CON PIXINSIGHT – 3 e 4 OTTOBRE 2015

19 agosto 2015

Nei giorni sabato 3 e domenica 4 ottobre si terrà presso La Torre del Sole un corso di approfondimento dedicato alla elaborazione delle immagini astrofotografiche con il potente programma PIXINSIGHT.
Il corso sarà tenuto dal Dott. Edoardo Radice – Astrofisico
Il costo del corso è di € 60,00.
Info e prenotazioni: 035 621515 – info@latorredelsole.it
www.latorredelsole.it

PROGRAMMA e ORARI

Sabato 3 Ottobre 2015

Ore 9.30 – 10.00 Accoglienza
Ore 10,00 – 13.00 Attività di corso
Ore 13.00 – 14.30 Pausa pranzo presso ristorante pizzeria Limbo (facoltativo)
Ore 14.30 – 19.30 Attività di corso, più visita al centro e pausa caffè
Ore 20.30 Cena presso ristorante pizzeria Limbo (facoltativo)
Argomenti trattati:
Breve riepilogo sulle tecniche di Calibrazione e integrazione con PixInsight
Correzione dei gradienti
Bilanciamento cromatico
Istogramma
Curve
Costruzione delle maschere
Maschera di luminanza
Maschera stellare
range mask
Masked stretch
Saturazione
Riduzione del rumore con MMT Multiscale Median Transform
SCNR
Deconvoluzione

Domenica 4 Ottobre 2015

Ore 9.00 – 12.50 Attività di corso e pausa caffè.
Ore 12.50 – 13.00 Fine attività e saluti
Ore 13.00 – 14.30 Pranzo presso ristorante pizzeria Limbo (facoltativo)
Argomenti trattati:
Creazione di immagini RGB-LRGB
Composizione Immagini narrow band
Calcoli con i Pixel: PixelMath
Varie ed eventuali

volantino locandina


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: