Archive for the ‘Senza categoria’ category

CAMPUS ASPETTANDO LA SCUOLA 4-8 Settembre 2017 – ragazzi 7 – 12 anni

28 luglio 2017

 

Annunci

Campus estate 2017 alla Torre del Sole – Ragazzi 7 – 13 anni

3 maggio 2017

Aggiunta nuova settimana a settembre 2017:

TRA CIELO E TERRA

Una settimana a bordo del divertimento alla scoperta del meraviglioso mondo della scienza. Conosceremo il nostro pianeta Terra e al pomeriggio il resto dell’universo. Proiezioni al planetario e laboratori ludico pratici per imparare divertendosi.

PERIODO
Dal lunedì al venerdì
Settimana 1:
Dal 10 al 14 luglio 2017- DA 7 A 11 ANNI
ore 9 – 12,30 scienze naturalistiche (visita al Parco Faunistico le Cornelle sabato 15 luglio).
ore 14,30 – 18 scienze astronomiche (serata finale venerdì 14 luglio )

Settimana 2:
Dal 17 al 21 luglio 2017 – DA 7 A 13 ANNI
ore 9 – 12,30 scienze astronomiche (serata finale venerdì 21 luglio) – DA 7 A 13 ANNI.
ore 14,30 – 18 scienze del pianeta Terra – DA 7 A 11 ANNI.

Settimana 3:
Dal 24 al 28 luglio 2017 – DA 7 A 11 ANNI
ora 9 – 12,30 scienze del pianeta Terra.
ore 14,30 – 18 scienze astronomiche (serata finale venerdì 28 luglio)

Settimana 4:
Dal 31 luglio al 4 agosto 2017- DA 7 A 11 ANNI
ore 9 – 12,30 scienze naturalistiche (visita al Parco Faunistico le Cornelle sabato 5 agosto).
ore 14,30 – 18 scienze astronomiche (serata finale venerdì 4 agosto).

COSTI:
FULL TIME € 155,00;
PART TIME CON PRANZO € 95,00;
PART TIME € 65,00.
Info e prenotazioni: 035 621515 – info@latorredelsole.it
Qua sotto è possibile scaricare il pdf della brochure con i programmi completi.

campus 2017 brochure

campus 2017 brochure davanticampus 2017 brochure dietro

loc campus.jpg

UN VIAGGIO NELLA VIA LATTEA – Giovedì 23 marzo 2017 – ore 21.00

2 marzo 2017

Per il ciclo “Appuntamento con la Scienza” proponiamo la conferenza:

UN VIAGGIO NELLA VIA LATTEA
locandina-trezzi-rid
Ormai invisibile ad occhio nudo dai cieli cittadini, la Via Lattea appare come un luogo lontano e quasi irreale. In realtà quella tenue banda biancastra che solca il cielo è la nostra casa: un insieme di miliardi di stelle di cui il Sole ne è solamente un esempio.
In questa conferenza andremo a scoprire le bellezze del cosmo con un viaggio immaginario che dai cieli terrestri ci porteranno nello spazio più profondo. Vedremo cosa sono le stelle: come nascono, crescono e muoiono. Scopriremo le strutture delle Galassie e dei corpi celesti che le circondano.

Giovedì 23 Marzo, ore 21.00 – Sala Conferenze

Relatore: Davide Trezzi
Dottore di Ricerca in Fisica presso l’Università degli Studi di Milano ha lavorato presso i più grandi laboratori al mondo di Fisica Nucleare e delle Particelle (CERN, Laboratori Nazionali del Gran Sasso). Divulgatore e astrofilo, è stato presidente del Gruppo Amici del Cielo dal 2009 al 2011, associazione della quale è socio dal 1998.

Ingresso € 3,00
Per informazioni/Prenotazioni: tel. 035621515 – info@latorredelsole.it

I BUCHI NERI

17 giugno 2016

EINSTEIN E LA RELATIVITÀ

Agli inizi del secolo scorso, Albert Einstein formula la teoria della Relatività, che va ad affiancare la teoria di gravitazione  di Isaac Newton. Per Newton la gravità crea un campo simile a quello prodotto da un magnete:  questo campo fa sì che la Terra eserciti su una mela o sulla Luna una “forza” che le attira. È un fatto normale: tutti i corpi che possiedono una massa esercitano tale forza. Einstein, invece, formula un’altra ipotesi : tutti i corpi dotati di massa, dal Sole fino a una biglia, curvano lo spazio attorno a se stessi. Per avere un’idea di ciò che significa basta pensare a una palla appoggiata su un materasso: deforma la superficie su cui poggia e scorre. Questo esempio riguarda uno spazio a due dimensioni, mentre Einstein pensava ad uno spazio a tre dimensioni:un po’ più difficile da immaginare. La Relatività generale ipotizza anche che un oggetto con densità molto elevata e con una grande massa può collassare su se stesso fino a concentrarsi in un punto a densità infinita. Quel punto è chiamato singolarità. La singolarità deforma così pesantemente lo spazio attorno a sé che neppure la luce, se vi passa sufficientemente vicino, può uscirne. Siamo così arrivati a immaginare un buco nero.

Deformazione Spazio-Tempo da parte della Terra

BUCHI NERI

La stella (ormai supernova, ovvero già esplosa) deve avere una massa davvero elevata per poi collassare su se stessa e formare così una regione di spazio che attira tutto ciò che vi si avvicina. La forza di attrazione gravitazionale di esso è immensa: qualunque cosa che gli passi troppo vicino viene catturata e vi cade dentro, senza poterne più uscire. Nemmeno un raggio di luce, che è la cosa più veloce che esista in natura, può sfuggire a questo mostro: non potendo emettere radiazioni, esso è completamente oscuro e non può essere “visto”. Da ciò deriva l’aggettivo “nero” che gli viene attribuito. Cosa succede però quando due buchi neri sono vicini? Dato che attraggono a sé tutto ciò che li circonda cominceranno ad avvicinarsi sempre più fino a fondersi l’uno con l’altro. Questa “unione” da origine a due “eventi” importanti: la creazione di un buco nero ancora più massiccio e la creazione di onde gravitazionali.

Buco Nero che risucchia una stella.

ONDE GRAVITAZIONALI

Quando due buchi neri si fondono, le loro masse si uniscono ma non sarà mai una somma perfetta, la parte “mancante” verrà trasformate in una energia diversa, quella delle onde gravitazionali che inizieranno ad espandersi verso tutto l’universo.Questo fenomeno è un’ulteriore conferma alla teoria della relatività di Einstein secondo cui la massa può trasformarsi in energia ( E=mc² ).

Buchi Neri in relazione tra loro creando onde gravitazionali

TEORIA DEI “WORMHOLE”

Un Wormhole, anche detto ponte di Einstein-Rosen o  tunnel spazio-temporale, è un passaggio nello spazio-tempo che permetterebbe di percorrere istantaneamente enormi distanze intergalattiche. Questa teoria prevede che due buchi neri riescano a deformare lo spazio-tempo a sufficienza da incontrarsi in un punto, formando cosi una specie di “ponte” di collegamento istantaneo a prescindere dalla distanza effettiva.

Due buchi neri connessi tra loro

 

 

Per approfondire cliccate sui seguenti link:

http://www.lescienze.it/argomento/buchi%20neri

http://www.treccani.it/enciclopedia/buchi-neri_(Enciclopedia-dei-ragazzi)/

http://www.nasa.gov/audience/forstudents/k-4/stories/nasa-knows/what-is-a-black-hole-k4.html

 

                                                                                         Sara Fusco

Flavio Orlando

Tirocinanti presso “La Torre del Sole”

Giugno 2016

 

AMICO TELESCOPIO

29 gennaio 2016
Lucidiamo i telescopi, spolveriamo gli oculari e prepariamoci ad osservare il cielo dei prossimi mesi; sono in arrivo i pianeti più brillanti del sistema solare.
Nel frattempo venite a:

Corso d’introduzione all’astronomia pratica 4 Novembre – 9 Dicembre 2016 ore 21.00

Venerdì 4 Novembre 2016 – Lezione 1 – ELEMENTI DI GEOGRAFIA ASTRONOMICA, CAPIRE I MOTI CELESTI: visibilità della volta celeste, i moti della Terra, dei corpi celesti e i fenomeni che ne conseguono. Punti e piani fondamentali di riferimento, sistemi di coordinate celesti.

Venerdì 11 Novembre 2016 – Lezione 2 – COSA OSSERVARE: tipologia, morfologia e caratteristiche dei principali corpi celesti, tecnica e modalità della loro osservazione.

Venerdì 18 Novembre 2016 – Lezione 3 – GLI STRUMENTI ASTRONOMICI (prima parte): i telescopi e le loro montature. Principi di funzionamento ottico e meccanico. Modalità d’impiego, prestazioni e accessori utili.

Venerdì 25 Novembre 2016 – Lezione 4 – GLI STRUMENTI ASTRONOMICI (seconda parte): i telescopi e le loro montature. Principi di funzionamento ottico e meccanico. Modalità d’impiego, prestazioni e accessori utili.

Venerdì 2 Dicembre 2016 – Lezione 5 – PIANIFICAZIONE DELLA SERATA OSSERVATIVA: software e altri strumenti utili per programmare in anticipo l’osservazione. INTRODUZIONE ALLA RIPRESA DI IMMAGINI ASTRONOMICHE: come iniziare a riprendere gli astri con fotocamere digitali, reflex e webcam.

Venerdì 9 Dicembre 2016 – Lezione 6 – STAR PARTY: serata di osservazione pratica, con strumenti propri e dell’osservatorio. In caso di maltempo si terrà una dimostrazione pratica di montaggio e utilizzo degli strumenti e si stabilirà una nuova data in base alle disponibilità del calendario del centro.

Costo: € 60
Info e prenotazioni: 035 621515 – info@latorredelsole.it
AMICO TELESCOPIO  prossimo incontro: DATA DA DESTINARSI
Costo: € 6 intero; € 4 ridotto (bambini 4-10 anni e over 65).
Mini corso per imparare a conoscere e utilizzare un piccolo telescopio.
L’incontro, della durata di circa due ore, è rivolto a chi già possiede o a chi vorrebbe un giorno acquistare uno strumento per osservare gli oggetti celesti.
Vi illustreremo le caratteristiche dei diversi tipi di telescopi, come montarli correttamente e come utilizzarli al meglio.
Nel planetario vi mostreremo le stelle e le costellazioni più importanti per iniziare a conoscere la volta celeste e vi spiegheremo i movimenti del sole, della luna e dei pianeti.
Se avete già uno strumento, potete portarlo con voi per chiarire insieme a noi tutti i dubbi che avete sul suo utilizzo.

Ingresso: intero € 6,00 ridotto € 4,00

Informazioni e prenotazioni: tel. 035621515 – mail info@latorredelsole.it

AMICO TELESCOPIO non deludermi…

3 dicembre 2015

Arrivano le feste e molti riceveranno in dono o regaleranno uno strumento per avvicinare gli occhi al cielo.

Non è sempre ben chiaro come è possibile usare questi strumenti, ma anche cosa osservare e come aspettarsi di vedere.

Quanto sarà grande la Luna? Riuscirò a vedere gli anelli di Saturno? Posso vedere un asteroide? Se guardo un aereo, posso salutare il pilota? Posso osservare un buco nero con il mio telescopio? Devo togliere quel tappo che c’è davanti alla lente? Ho letto che posso guardare anche il Sole, ma non mi brucio gli occhi? Perché vedo tutto sottosopra, si sarà rotto qualcosa?

Queste sono solo alcune delle interessanti domande che ci rivolgono le persone che per la prima volta si avvicinano all’osservazione del cielo con l’ausilio di un telescopio.

Purtroppo imparare ad osservare il cielo non è una cosa che si può fare in poche ore. L’astronomia è una passione che va coltivata lentamente, che si conquista giorno per giorno assieme al susseguirsi delle stagioni e del lento migrare delle costellazioni nella volta celeste.

I telescopi sono tubi con ottiche in grado di catturale la luce degli astri e concentrarla nei nostri occhi, ma sta a noi imparare cosa c’è nel cielo da osservare e questa è indubbiamente la parte più complicata, che di solito non è spiegata nel manuale dello strumento.

Possiamo dividere ciò che si vede nel cielo in due categorie: oggetti visibili anche ad occhio nudo (Luna, pianeti e stelle) e oggetti del profondo cielo che ad occhio nudo non si vedono (nebulose, ammassi di stelle e galassie).

La prima cosa da fare è scaricare un programma gratuito per la mappa del cielo, per esempio Stellarium (http://www.stellarium.org/it/) oppure un’applicazione per smartphone come per esempio Mappa Stellare. Il web offre moltissimo per approfondire le nozioni di astronomia e si trovano mappe dettagliate del cielo di ogni periodo.

Gli oggetti celesti più osservati sono quelli appartenenti al sistema Solare, anche se non tutti sono alla portata di strumenti solitamente in possesso a neofiti. La Luna, Giove, Saturno, Venere e Marte sono in ordine quello che si può tentare di osservare. Il Sole si può osservare, ma è MOLTO importante usare i giusti FILTRI, per questo fatevi consigliare da un rivenditore, NON fate di testa vostra.

Il secondo passo sarà quello di cimentarsi con l’osservazione degli oggetti celesti del catalogo Messier; nebulose, galassie e ammassi di stelle , che alla fine del 1700, vennero mappati da un astronomo francese. Per trovarli bisogna usare le mappe del cielo del periodo. Alcuni strumenti sono computerizzati, hanno quindi in memoria la posizione degli oggetti celesti del catalogo Messier e di altri cataloghi; una volta inizializzato lo strumento basterà cercare, negli elenchi visualizzabili tramite la pulsantiera, quello che ci interessa e avviare il puntamento automatico.

messier_poster

Potete farvi aiutare anche frequentando gruppi di astrofili ed andando a seguire qualche lezione al planetario.

Nel frattempo potete venire ad:

Corso introduzione astronomia pratica nov-dic 2017

AMICO TELESCOPIO – Prossimo incontro a data da stabilire.

Mini corso per conoscere ed imparare ad utilizzare un piccolo telescopio.
(Planetario e dimostrazioni pratiche).
Ingresso: Intero € 6,00 Ridotto € 4,00
Riduzioni: da 4 a 10 anni e over 65 anni.
Vivamente consigliata la prenotazione (035 621515)

Appuntamento con la scienza – Giovedì 25 giugno 2015

21 giugno 2015
locandina giugno 2015In occasione del 40° anniversario dell’evento, la Torre del Sole è lieta di presentare la conferenza:

1975 – APOLLO-SOJUZ: UNA COOPERAZIONE DI FACCIATA

Uno storico incontro in orbita tra americani e sovietici poneva termine alla corsa allo spazio nella guerra fredda.
Da quel momento l’esplorazione del cosmo ha perduto la sua carica di competizione lasciando tuttavia ancora qualche dubbio sul messaggio di pace lanciato all’epoca dalle due superpotenze.

Relatore: Daniele Vassalli, autore del libro e redattore di articoli di geopolitica e guerra fredda.

GIOVEDI’ 25 GIUGNO – ore 21.00

presso la Sala Conferenze della Torre del Sole

Biglietto d’ingresso € 3,00

Per informazioni e prenotazioni: tel. 035 621515

mail info@latorredelsole.it

 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: